Le pagine mancanti dei libri di testo: Giorgio Marincola

Partigiano somalo-italiano, partecipò alla Liberazione e fu ucciso a 22 anni nell’ultima strage nazista compiuta sul territorio italiano. Ma fino a pochi anni fa il suo nome era assente nella memoria nazionale. Pubblichiamo un estratto dei Materiali per una didattica decoloniale, usciti sul numero 9 di Jacobin Italia. In questo estratto le autrici dei materiali lavorano su una pagina rimossa della storiografia della Resistenza, fondamentale a una genealogia del razzismo e dell’antirazzismo in Italia. Il testo è accompagnato da alcuni interrogativi a partire dai quali stimolare il dibattito in classe e da una piccola cronologia che permette una lettura critica della storia (post)coloniale italiana e delle forme con cui precede e attraversa la storia del fascismo, attualizzando le ragioni di una Resistenza antirazzista nel presente.

Sorgente: Le pagine mancanti dei libri di testo: Giorgio Marincola – Jacobin Italia

Chi volesse approfondire può leggere “Timira – Romanzo meticcio” di Wu Ming 2 e Antar Mohamed.

Il libro nasce dall’incontro di Wu Ming 2 e Antar Mohamed in una clinica psichiatrica, dove il primo fa visita ad un paziente ed il secondo presta allo stesso la sua opera professionale. La conoscenza fra i due fa si che Antar consegni a Wu Ming degli appunti su suo zio Giorgio Marincola. Dopo qualche tempo, in occasione della pubblicazione del libro “Razza partigiana”, la conoscenza si allarga ad Isabella (Timira Marincola), madre di Antar ed inizia così un lavoro di ricostruzione di ricordi e documenti che, dopo molto tempo, ci consentirà di leggere queste pagine.

Tutti i libri del Collettivo Wu Ming sono disponibili e liberamente scaricabili dal sito degli autori.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: