Desfado – Ana Moura

(testo di Pedro da Silva Martins)

Il destino vuole che io non creda al destino
ed il mio fado è non avere nessun fado
cantarlo bene senza neanche averlo sentito
sentirlo come nessuno, ma non avere nessun senso

Ahi che tristezza, questa mia allegria
ahi che allegria, questa così grande tristezza
sperare che un giorno io non speri neanche un giorno in più
per quello che mai viene e che qua fu presente

Ahi che nostalgia sento
di avere nostalgia
nostalgia di qualcuno
che non c’è qua e non esiste
sentirmi triste
soltanto per sentirmi così bene
e, allegro, sentirmi bene
soltanto per essere così triste

Ahi se io potessi non cantare “ahi se io potessi”
e lamentassi non avere più nessun lamento
forse potrei sentire nel silenzio che facessi
una voce che fosse mia cantar qualcuno qua all’interno

Ahi che sfortuna questa fortuna che mi assiste
ahi ma che fortuna che io viva così sfortunata
nella incertezza che niente certo esiste più
aldilà della grande incertezza di non essere sicura di niente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: