E’ nata Radio 100 Passi…

DALLA STORIA DI RADIO SUD ALL’ECO DI RADIO AUT NASCE RADIO 100 PASSI

Il percorso delle radio libere in Italia negli anni 70 ha fatto storia. Ancor oggi si parla di Radio Alice ed in Sicilia di Radio Sud quali esempi di un modo diverso di fare informazione, oggi quasi scomparso.
Con gli stessi intenti e con l’aiuto di alcuni fautori di Radio Sud, nasceva in seguito Radio Aut, ancor più ricordata, per la triste storia che la lega all’omicidio di Peppino Impastato.

Se in altre regioni d’Italia alcune di quelle emittenti sono in qualche modo sopravvissute, è il caso di Radio Popolare, in Sicilia d’esperienze come quelle non n’é rimasta più traccia.

Dopo anni di dominio dei grossi network commerciali che hanno spazzato le radio locali e tutti coloro che avevano fatto di quel mezzo una nuova forma d’espressione, oggi, la nascita di internet e delle web radio, sta facendo, sia pur inconsapevolmente, ripercorrere ai più giovani la strada delle radio libere interrotta dalle successive leggi, che, a danno della democrazia hanno favorito i grossi capitali.

In Sicilia:

  • le voci dell’informazione sono poche ed in ogni caso omologate;
  • radio, televisioni ed altri mezzi d’informazione sono a servizio di pochi e schiave della pubblicità;
  • gli spazi culturali sono quasi inesistenti;
  • i giovani artisti e la musica emergente non hanno mezzi di divulgazione;
  • l’illegalità è vissuta come normale modo d’operare senza destare più indignazione;
  • le mafie hanno indossato il doppio petto e sotto forma d’imprese si stanno radicando in tutta Europa.

Per questo, il gruppo che diede vita e lavorò a Radio Sud, ritiene opportuno che sia arrivato il momento di riavviare il percorso interrotto per: dare voce ai tanti che vogliono una Sicilia diversa, informare senza condizionamenti, dare spazio alle nuove proposte culturali ed alle forme d’espressione sommerse.

Riaprire Radio Sud o Radio Aut sarebbe stato anacronistico e nostalgico.
Per questo, per far sì che il loro patrimonio non vada disperso, ma si evolva unendo le esperienze di coloro che hanno dato vita alle radio libere degli anni 70, con le conoscenze che i più giovani hanno dei nuovi sistemi di comunicazione, nasce RADIO 100 PASSI.
La nuova emittente, che inizialmente parte come web-radio, (www.radio100passi.net), ma per abbracciare in seguito altre piattaforme, intende riavvicinare larghi strati di popolazione e di giovani all’impegno sociale rendendoli protagonisti.

Grazie al lavoro ed alla caparbietà di Felicia e Giovanni Impastato, all’impegno dei compagni di Peppino, ma anche delle tante associazioni ed iniziative nate in seguito in tutta Italia ed all’estero, la storia di quegli anni è diventata patrimonio di tanti, “Radio 100 Passi” vuole amplificarla e diffonderla.
Fautori della nuova radio siciliana, l’Associazione di Promozione Sociale e Volontariato, “Rete 100 Passi” e “Associazione 100 PASSI network”, che coinvolgendo le associazioni e le emittenti nate in Italia ed all’estero sull’ispirazione di Peppino Impastato, intendono creare un circuito per diffondere in tutta Europa la cultura della legalità.

Clicca sul link per accedere alla pagina di Radio 100 Passi, dove potrai trovare tutte le informazioni e scaricare i files per ascoltare la radio anche attraverso il tuo player preferito

COMUNICATO DELLA REDAZIONE DI RADIO 100 PASSI IN OCCASIONE DELL’INIZIO DELLE TRASMISSIONI

Oggi è il 5 gennaio 2010. Oggi Peppino Impastato compie 62 anni. Dico compie e non avrebbe compiuto perché se sono le idee e l’ esempio della azioni che marcano la presenza di un uomo tra quelli che rimangono, ebbene Peppino è tra noi ora come allora.
E’ stata la sua presenza ad indurci ad aprire una web radio che potesse servire quale voce dissonante in un contesto culturale acquiescente e omologato. E’ per questo che abbiamo deciso di iniziare, pur se tra mille difficoltà, le trasmissioni qui da Cinisi da Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato perché è qui che fu tentato di spezzare il filo ideale con la giustizia e la verità e qui abbiamo ritenuto giusto dovesse essere riannodato. Il tentativo non riuscì. Non riuscì per merito di quanti di noi gridarono sino a divenire afoni la rabbia e la verità contro una falsa verità che voleva liquidare l’ omicidio mascherandolo con connotati eversivi.
Non riuscì per merito di alcuni che in questi anni hanno caparbiamente tenuto acceso un lumicino anche quando era scomodo farlo e non riuscì soprattutto per merito del fratello Giovanni e di mamma Felicia autrice di una vera rivoluzione culturale che meriterà di trovare posto nei libri di storia della Sicilia.
Riprendiamo da qui dunque non più in FM come Radio Aut o Radio Sud negli anni ’70 perché da allora ad oggi il monopolio informativo ha esteso i suoi tentacoli ovunque, ma con gli strumenti delle moderne tecnologie. Ecco l’ idea del web radio che richiederà agli ascoltatori, a noi ascoltatori, ancora più impegno. Non si accenderà più la radio distrattamente per sentire cosa dice ma bisognerà connettersi con un computer e tramite una linea ADSL insomma…bisognerà volerlo fare.
Ecco quello che vogliamo, gente, tanta gente che deciderà volontariamente di ascoltarci, di sostenerci, di partecipare attivamente alla creazione e alla conduzione di radio100passi IL MICROFONO DEI SICILIANI ONESTI.
Auguri a voi, buon lavoro a noi, VIVA PEPPINO IMPASTATO.